Tallonite

La tallonite può avere origini neurologiche, metaboliche o congenite. Le cause della tallonite possono essere condizionate da molti aspetti. Tra le più comuni troviamo:
– Postura errata (es. utilizzo dei tacchi alti);
– Borsite: un’infiammazione delle borse sierose retro-calcaneari o sottocutanee che favoriscono lo scorrimento delle strutture periferiche del tendine;
– Tendinopatia inserzionale: infiammazione causata da alcuni sport, come la corsa o il calcio, nei quali è sollecitata la zona calcaneare;
– Fascite plantare: infiammazione della muscolatura della pianta del piede causata da un’eccessiva sollecitazione del tallone;
– Frattura da stress: una frattura ossea legata a microtraumi ripetuti nel tempo;
– Malattie dismetaboliche: come per esempio la gotta, una patologia in cui un aumento della produzione di acido urico è all’origine di un progressivo accumulo di cristalli di acido urico e di conseguenti dolorose infiammazioni a livello articolare;
– Reumatismi;
– Sperone (spina) calcaneare: crescita anomala del tessuto osseo del calcagno. La tallonite generalmente indica una patologia infiammatoria che causa una condizione dolorosa del tallone, ovvero la parte posteriore del piede, inferiore al calcagno. In ambito medico, la tallonite è nota con il nome di tallodinia o di talalgia plantare.
 
I possibili trattamenti di fisioterapia a Nichelino eseguibili sotto prescrizione medica per risolvere la patologia sono: tecarterapia, laserterapia, tens, magnetoterapia, ultrasuono terapia, elettroterapia antalgica, massoterapia decontratturante, osteopatia, rieducazione funzionale.